Assedio

L’assedio ha avuto inizio

Alle 3 di lunedì mattina. 

Perché la notte le ha portato consiglio

Ma ha portato quello sbagliato. 

Organizzato per stremare,

Per togliere il fiato e far soffrire.

Quella senz’aria è la morte peggiore

Perché quando ce l’hai nella gola

Anche il mare è crudele.

Annunci

Ulisse. 

Qualche riga

Da decifrare 

E altre mille e cento 

Cose da capire. 

Ma sai cosa, Ulisse?

Le tue parole son tornate a casa

E tu stai ancora in viaggio,

Da così tanto che il mare

Ormai ce l’hai nella gola,

Da così tanto che Itaca

Neanche ricorda più la storia 

Delle mie mani

Che hanno retto l’ancora

Di una nave fantasma

Per non farla salpare.

Perché il vento è crudele 

Ma tu di più. 

Perché le vele sono egoiste

Ma tu di più .

Perchè il tempo è bastardo

Ma tu di più. 

E allora buon passato Ulisse,

A me quello non serve.