Ulisse. 

Qualche riga

Da decifrare 

E altre mille e cento 

Cose da capire. 

Ma sai cosa, Ulisse?

Le tue parole son tornate a casa

E tu stai ancora in viaggio,

Da così tanto che il mare

Ormai ce l’hai nella gola,

Da così tanto che Itaca

Neanche ricorda più la storia 

Delle mie mani

Che hanno retto l’ancora

Di una nave fantasma

Per non farla salpare.

Perché il vento è crudele 

Ma tu di più. 

Perché le vele sono egoiste

Ma tu di più .

Perchè il tempo è bastardo

Ma tu di più. 

E allora buon passato Ulisse,

A me quello non serve. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...